Get Adobe Flash player

Pisa da studiare

Antonio Pacinotti

Antonio Pacinotti (Pisa, 17 giugno 1841 – Pisa, 25 marzo 1912) è stato un fisico italiano. A lui si deve l’invenzione della dinamo.

Nato da Luigi Pacinotti e Caterina Catanti, frequentò l’istituto arcivescovile Santa Caterina e nel 1859 prese parte alla Seconda guerra di indipendenza come sergente volontario. Fu allievo di Carlo Matteucci, si laureò in matematica con Riccardo Felici e ottenne la cattedra di fisica a Bologna, dove insegnò dal 1865 al 1873. Tra i suoi allievi vi fu Augusto Righi. Dopo un incarico a Cagliari, nel 1881 passò all’Università di Pisa, dove prese il posto del padre Luigi sulla cattedra di fisica tecnologica.

L’invenzione della dinamo risale al 1858, mentre la creazione del primo esemplare, realizzato presso il laboratorio del padre, al 1860.

Nel 1883 divennè socio dentista dell’Accademia dei Lincei e, nel 1898, socio nazionale. Nel 1888 aderì alla Società dei XXXL, e nel 1905 fu nominato senatore del Regno d’Italia.

Dynamo Antonio PacinottiAl nome di Pacinotti è dedicato il Liceo scientifico della Spezia e di Cagliari, l’Istituto Tecnico per Geometri statale di Bologna, gli I.T.I.S. di Taranto e di Scafati e l’I.P.S.I.A. di Pontedera.

Ulisse Dini

Ulisse Dini (Pisa, 14 novembre 1845 – Pisa, 28 ottobre 1918) è stato un matematico e politico italiano.

Allievo di Enrico Betti e continuatore delle sue ricerche, perfezionò la sua preparazione a Parigi sotto la guida di Charles Hermite e Joseph Louis François Bertrand.

Nominato professore all’Università di Pisa nel 1886, partecipò anche alla vita politica italiana divenendo prima deputato al Parlamento, poi senatore nel 1892.

Fu tra i primi matematici italiani che comprese la necessità di rielaborare l’analisi infinitesimale secondo una impostazione più rigorosa; inoltre conseguì importanti risultati nello studio delle serie, nell’integrazione di funzioni di variabile complessa e della sviluppabilità in serie di funzioni arbitrariamente date in un intervallo, campo di suo principale interesse.

Continua a leggere

Leonardo Fibonacci

Leonardo Fibonacci detto Leonardo da Pisa (Pisa, 1170 – Pisa, 1250) è stato un matematico italiano.

Biografia

Assieme ad altri matematici del tempo, contribuì alla rinascita delle scienze esatte dopo la decadenza dell’ultima parte dell’età classica e del primo Medioevo.

Assieme al padre Guglielmo dei Bonacci (Fibonacci sta infatti per filius Bonacii), facoltoso mercante pisano e rappresentante dei mercanti della Repubblica di Pisa (publicus scriba pro pisanis mercatoribus) nella regione di Bugia in Cabilia (Algeria), passò alcuni anni in quella città, dove studiò i procedimenti aritmetici che studiosi musulmani stavano diffondendo nelle varie regioni del mondo islamico. Qui ebbe anche precoci contatti con il mondo dei mercanti e tecniche matematiche sconosciute in Occidente. Alcuni di tali procedimenti erano stati introdotti per la prima volta dagli Indiani, cultura molto diversa da quella mediterranea. Proprio per perfezionare queste conoscenze, Fibonacci viaggiò molto, arrivando fino a Costantinopoli, alternando il commercio con gli studi matematici.
Continua a leggere

Galileo Galilei

Galileo Galilei (Pisa, 15 febbraio 1564 – Arcetri, 8 gennaio 1642) è stato un fisico, filosofo, astronomo e matematico italiano, padre della scienza moderna.

Il suo nome è associato ad importanti contributi in dinamica[1] e in astronomia – fra cui il perfezionamento del telescopio, che gli permise importanti osservazioni astronomiche[2] – e all’introduzione del metodo scientifico (detto spesso metodo galileiano).

Di primaria importanza furono il suo ruolo nella rivoluzione astronomica e il suo sostegno al sistema eliocentrico e alle teorie copernicane. Accusato di voler sovvertire la filosofia naturale aristotelica e le Sacre Scritture, Galileo fu per questo condannato come eretico dalla Chiesa cattolica e costretto, il 22 giugno 1633, all’abiura delle sue concezioni astronomiche, nonché a trascorrere il resto della sua vita in isolamento.

Continua a leggere