Get Adobe Flash player

pisa musei

Museo Piaggio Giovanni Alberto Agnelli – Pontedera

Museo Piaggio “Giovanni Alberto Agnelli” – Pontedera
Indirizzo: Viale Rinaldo Piaggio, 7
CAP: 56025
Comune: Pontedera
Località: Pontedera
Telefono: 0587 27171
Fax: 0587 290057

Museo Piaggio Il Museo Piaggio è nato nel 2000 allo scopo di conservare la memoria storica della grande azienda metalmeccanica di Pontedera. È situato nella ex Attrezzeria, uno dei più antichi capannoni dello stabilimento di Pontedera, ristrutturato ad arte.
Continua a leggere

Torre Pendente o Leaning Tower

Nell’anno 1185 si verificò il cedimento basamentale e la conseguente inclinazione che comportò il blocco dei lavori per quasi un secolo. La continuazione fu affidata a Giovanni di Simone, che proprio in quegli anni aveva lavorato sulla Chiesa di San Francesco con il suo ardito campanile. L’architetto dimostrò straordinaria perizia nel limitare le conseguenze della pendenza e così i lavori continuarono fino al 1284, data della sconfitta navale della Meloria. L’ultimo anello del Campanile, il settimo, adibito a cella campanaria, fu concepito e realizzato da Tommaso Pisano intorno alla metà del XIV secolo.

Orario

  • Dicembre e gennaio: dalle 10.00 alle 16.30
  • Novembre e febbraio: dalle 9.30 alle 17.30
  • Marzo: dalle 9.00 alle 17.30
  • Da aprile a settembre: dalle 8.30 alle 20.00
  • Dal 16 giugno al 31 agosto: aperture serali
  • Ottobre: dalle 9.00 alle 19.00

Sono ammessi alla visita gruppi di max 40 persone accompagnate dal personale addetto (la visita dura circa 35 minuti). L’inizio della visita deve avvenire improrogabilmente all’ora indicata sul biglietto di ingresso. Ingresso vietato ai minori di otto anni. I minorenni dovranno comunque essere accompagnati da adulti responsabili.

Ingresso

Intero € 15,00 (non sono previste riduzioni per gruppi o fasce d’età). L’acquisto dei biglietti è effettuabile esclusivamente presso la biglietteria posta nei pressi degli uffici dell’Opera della Primaziale Pisana (ente che gestisce i monumenti della Piazza del Duomo), ubicati nelle vicinanze della Torre Pendente.

È possibile prenotare online al costo di € 17,00 con un anticipo compreso tra 45 e 15 giorni rispetto alla data della visita. Non è possibile effettuare la prenotazione telefonica.

Per maggiori informazioni: Opera Primaziale – Piazza del Duomo, 17 – 56126 Pisa –
tel. 050 3872211/212, fax 050 560505

La visita alla Torre pendente impone al visitatore un notevole impegno fisico, che dovrà essere soggettivamente valutato, tenendo conto che la scala elicoidale interna alla Torre, di ridottissime dimensioni, è composta da circa 300 gradini. Se ne sconsiglia la visita a persone che soffrono di vertigini. È possibile accedere alla cella campanaria e alla sommità della Torre ma non ai piani intermedi. È vietato sporgersi dalle balaustre di protezione e uscire sui camminamenti ai vari livelli. È vietato transitare sotto le campane e percuoterle con alcunché. È vietato visitare la torre portando con sé borse o contenitori di qualsiasi genere, che potranno essere lasciati al guardaroba presso il punto di raccolta. È consentito introdurre ed utilizzare macchine fotografiche e videocamere.

Come arrivare dalla stazione Pisa Centrale

In autobus:

• LAM Rossa direzione 1 (San Jacopo), dalla fermata Stazione FS 6 alla fermata Torre 1 (cartina)

Torre Pendente o Leaning Tower

Torre pendente
Indirizzo: Piazza del Duomo
CAP: 56126
Comune: Pisa
Località: Pisa
Telefono: 050 3872211/212
Fax: 050 560505

La prima pietra della Torre pendente fu posta durante la ricorrenza dell’Assunta, il 9 agosto 1173. Se è possibile rintracciare gli autori autografi degli altri monumenti della piazza, il Campanile non è firmato; cosa assai curiosa che si aggiunge al dibattito pluricentenario sul primo autore e sul primo decennio della fabbrica della Torre campanaria.
Continua a leggere

Museo Nazionale di San Matteo

La pittura dei secoli XII e XIII è rappresentata dal ciclo delle Croci dipinte, con opere di Berlinghiero Berlinghieri, di Giunta Pisano e del Maestro di San Martino, tutte provenienti dalle più antiche chiese cittadine.

La pittura dei secoli XIV e XV è presente con opere di Francesco di Traino, Lippo Menni, Buonamico Buffalmacco, Spinello Aretino, Taddeo di Bartolo ed altri grandi pittori dell’epoca. Sono inoltre presenti opere di artisti quattrocenteschi come Masaccio, Gentile da Fabriano, Beato Angelico, Benozzo Gozzoli e Domenico Ghirlandaio, terracotte invetriate della scuola dei Della Robbia e il celebre busto-reliquia di San Lussorio, opera di Donatello.

Tra i capolavori della scultura pisana dei secoli XII-XV si annoverano il polittico di Simone Martini, proveniente dalla chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, la Natività di Tino di Camaino e la Madonna del Latte dei fratelli Andrea e Nino Pisano.

Il museo conserva anche importanti sculture in legno a bassorilievo. Tra le opere dei secoli XIII e XIV si segnalano quelle del senese Francesco di Valdambrino.

Nella sezione dedicata ai codici miniati sono conservati esemplari dal XII al XIV secolo, tra cui la cosiddetta Bibbia di Calci, datata 1168.

Notevole infine la raccolta di bacini ceramici medievali pisani ed islamici, usati un tempo per decorare le pareti esterne delle chiese pisane, a testimonianza dei rapporti commerciali che la Repubblica Marinara intratteneva con i paesi del Nord Africa.

Orario

• Dal martedì al sabato dalle 8.30 alle 19.00
• Domenica e festivi dalle 8.30 alle 13.00
• Chiuso il lunedì, 1/1, 1/5, 15/8 e 25/12.

Ingresso

• Intero € 5,00
• Ridotto (18–25 anni e docenti di Scuole Statali) € 2,50
• Gratuito per cittadini U.E., disabili, minori di 18 e oltre 65 anni, per studenti universitari (Lettere ind. archeologico, Beni culturali e Architettura, previa presentazione del libretto), membri ICOM, guide e interpreti turistici, giornalisti iscritti all’Albo e dipendenti della Soprintendenza.

Come arrivare dalla stazione Pisa Centrale

In autobus:
• Linee 2, 4 o 13 – Fermata Mediceo 2
• LAM Verde direzione 1 Pratale – Fermata Mediceo 2