Get Adobe Flash player

palazzo pisa

Palazzo delle Vedove

Palazzo delle Vedove – Pisa

Il Palazzo delle Vedove è un palazzo di Pisa situato tra via di Santa Maria e via Trento.

Anticamente era qui presente la domus dei Bocci, strategicamente costruita nei pressi del Ponte Nuovo. L’antico edificio era stato costruito tra il XII e il XIV secolo con una forma allungata a base rettangolare, con una struttura molto alterata dal rifacimento cinquecentesco, ma ancora leggibile sulle pareti esterne, per la messa in luce dei primitivi elementi e aperture medievali in parte distrutti per far posto alle nuove finestre rettangolari. È particolarmente interessante il prospetto su via Trento, dove si può vedere una quadrifora in marmo di pregevole fattura, tagliata al centro per l’inserimento di un’apertura rettangolare.

Su via Santa Maria si vedono ben sei campate che al pian terreno presentavano un portico, mentre ai piani superiori andavano a costituire la struttura portante dell’edificio con grossi archi di sacrico del peso sotto il tetto.

Il palazzo, rimaneggiato pesantemente nel Cinquecento, era usato dalle "vedove" di Casa Medici. Due passaggi su corridoi sostenuti da arco attraversano superiormente la via e collegano il palazzo prima con la Torre De Cantone, poi, tramite la Torre stessa, con la Chiesa di San Nicola permettendo così alle ospiti del palazzo di recarsi a messa senza scendere in strada.

Palazzo del Collegio Puteano

Palazzo del Collegio Puteano – Pisa

Il Palazzo del Collegio Puteano è un edificio di Piazza dei Cavalieri a Pisa.

Il palazzo, adiacente alla chiesa di San Rocco venne edificato nelle forme attuali tra il 1594 e il 1598 unendo un gruppo di case più antiche.

Nel 1605 venne concesso in affitto perpetuo ai Cavalieri di Santo Stefano, per ospitarvi studenti piemontesi dello Studio Pisano, secondo un desiderio dell’arcivescovo Carlo Antonio Dal Pozzo (dal quale deriva il nome di Puteano).

La facciata venne decorata da affreschi allegorici tra il 1608 e il 1609 ad opera di Giovanni Stefano Marucelli. Dopo la soppressione dell’Ordine, il collegio rimase aperto fino al 1925, ma già nel 1930 la Scuola Normale di Pisa lo faceva riaprire come Casa dello Studente della prestigiosa Università che aveva la sede nel vicino Palazzo dei Cavalieri, funzione che mantiene tuttora.